Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
NUOVO NUMERO DI TELEFONO FEDERALE +39 06 3609331
images/medium/green-pass-2-1068x752.jpeg
La Federazione

DL 105/2021 del 23 luglio 2021: prescrizioni per lo svolgimento dell'attività sportiva. Nuove FAQ

Nell’ambito delle misure previste per il contenimento dell’epidemia COVID-19 sono state emanate le seguenti disposizioni a cui dovranno attenersi le associazioni e società sportive affiliate a far data dal 6 agosto 2021. La Federazione, come comunicato dal Dipartimento dello sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, rimane in attesa dei chiarimenti interpretativi ufficiali al fine di modificare correttamente il protocollo federale che rimane comunque valido per quanto compatibile con le presenti disposizioni di legge.

Aggiornate le FAQ del Dipartimento dello Sport: clicca qui.

ACCESSO ALLE STRUTTURE SPORTIVE

In zona bianca è consentito l’accesso alle strutture al chiuso esclusivamente ai soggetti muniti di una delle seguenti certificazioni verdi COVID19 (Green Pass):

  • avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo (validità nove mesi); 
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell'isolamento prescritto in seguito ad infezione da  SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con  le  circolari  del Ministero della salute (validità sei mesi);
  • effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2 (validità 48 ore); 

Tali disposizioni si applicano anche nelle zone gialla, arancione e rossa, laddove tali attività siano espressamente autorizzate.

Tali disposizioni non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (minori di 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute.

La verifica dell’autenticità del certificato dovrà essere effettuata attraverso apposita App (VerificaC19), messa a disposizione dal Ministero della Salute. L’App è scaricabile sia per i dispositivi “ANDROID” che “IOS”, e, mediante l’utilizzo della fotocamera di un qualsiasi smartphone, legge il QR code dei vari certificati attestandone l’autenticità.

Le fasi del controllo sono le seguenti:

  • Verifica dell’identità del soggetto mediante controllo dei documenti di identità in corso di validità;
  • Controllo dell’autenticità del QR Code posto sulla certificazione (cartacea o digitale) e dei dati in esso riportati (dati anagrafici, tipo di certificazione, data di emissione e scadenza validità)

L'App VerificaC19 consente il controllo, ma, nel rispetto della normativa sulla Privacy non memorizza i dati sensibili riportati nella certificazione.

RESPONSABILI DEL CONTROLLO

Sono responsabili del controllo i titolari o i gestori dei servizi. Pertanto nel caso di associazioni sportive poste all’interno oltre i presidenti delle associazioni o società sportive affiliate, sono responsabili anche i titolari dell’impianto.
Le sanzioni vanno da euro 400 a euro 1.000 per ciascun soggetto sanzionato.