Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/media/k2/items/cache/medium/661821a9442a8dbd824e89bd18c0fd2e_L.jpg
Ultim'ora

Il nuovo Regolamento sugli impianti sportivi è stato approvato dalla FIDS

È stato approvato dalla FIDS il nuovo regolamento sugli impianti sportivi dedicati alle gare agonistiche. Con la delibera n.132 la Federazione Italiana Danza Sportiva ha recepito la delibera del CONI (la numero 1476) riservata a tutte le FSN (Federazione Sportive Nazionali) per le quali è prevista un’omologazione degli spazi, dei luoghi, delle sicurezze e delle capacità ricettive di tutti i luoghi che ospiteranno attività sportive agonistiche. Il regolamento entrerà in vigore dal 1 settembre prossimo e riguarderà sia l’impiantistica riservata alle nuove aree sportive sia alle vecchie.


Il regolamento, composto da 33 articoli, è un vademecum chiaro e dettagliato per chi vorrà, nella prossima stagione sportiva, ospitare, organizzare, promuovere gare di danza sportiva sotto l’insegna dalla FIDS. Nel nuovo regolamento grande attenzione è riservata alle condizioni di igiene e di sicurezza degli impianti a tutela delle persone (cittadini con disabilità, sportivi, giudici di gare, pubblico e spettatori) che accederanno nell’aree sportive.


Con il nuovo regolamento dunque, la FIDS si mette in linea con le normative del CONI adottando un nuovo codice di norme e di regole a garanzia e tutela di tutti. Sul tema specifico inoltre la Federazione, su indicazione del presidente Michele Barbone, ha stabilito che il 9 luglio, durante i Campionati Italiani a Rimini, si terrà un convegno al fine di chiarire dubbi e di illustrare nel merito i punti del nuovo regolamento.    


Regolamento per l'omologazione degli impianti


Regolamento di procedura per l'omologazione degli impianti