Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
NUOVO NUMERO DI TELEFONO FEDERALE +39 06 3609331
images/medium/CONICamp_break2020.jpeg
La Federazione

Il Breaking torna al Foro Italico CAMP

Foro Italico Camp. Così si chiama il Centro estivo organizzato da Sport e Salute, braccio operativo dello Stato per l’attività sportiva. Un Centro estivo che unisce il gioco e lo sport, la relazione con gli altri e l’educazione outdoor così come indicato dal Ministero della Famiglia e dalla Società di Pediatria per riportare finalmente i bambini fuori casa in piena sicurezza. Lo spazio esterno di questo Camp è unico, nel tempio dello sport italiano al Foro Italico: con la sua piscina, la monumentale Sala delle Armi, l’area verde antistante e i campi da tennis del Parco.

La breaking, disciplina olimpica della FIDS, torna anche per questa edizione 2020. Per quattro giorni, da lunedì 20 luglio fino a venerdì 24 al Centro CONI, i ragazzi presenti al centro estivo potranno assistere a dei brevi seminari dedicati alla break dance, alla sua musicalità, alla sua socialità, e alle sue peculiarità artistiche che l’hanno resa la danza street per antonomasia. A rappresentare la FIDS e la disciplina sportiva due giovani atleti: Luca La Falce, dj e breaker e Melissa Falaschi breaker e atleta di Hip Hop.

Entrambi gli sportivi terranno dei brevi corsi di 40 minuti circa nei quali racconteranno la break sia dal punto di vista sportivo sia da quello sociale. Un viaggio didattico-sportivo-sociale sarà il filo conduttore di queste giornate nelle quali i ragazzi presenti potranno conoscere la storia della break in Italia, dal suo approdo per la prima volta nella storia nei Giochi Olimpici Giovanili nel 2018 fino alla sua consacrazione Olimpica con l’ingresso a Parigi 2024, ma sarà anche l’occasione per raccontare l’aspetto sociale, umano e artistico della break e la sua forza espressiva di linguaggio universale.       

Sito istituzionale iniziativa

Foto 1 break

Foto 2 break

Foto 3 break