Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
NUOVO NUMERO DI TELEFONO FEDERALE +39 06 3609331
images/medium/Barbone_CONI.jpg
La Federazione

EMERGENZA COVID 19. I provvedimenti del Consiglio Federale

Annullamento di tutte le competizioni e delle attività formative fino al 31 maggio, rimodulazione e riprogrammazione del calendario federale, analisi dello scenario sportivo, relazioni con gli organismi internazionali, studio per individuazione di misure a sostegno del movimento, restituzione di tutte le tasse di gara nazionali e internazionali: è quello che in sintesi è stato deciso nel corso del Consiglio federale che si è tenuto ieri in video-call dopo essere stato preceduto (nel fine settimana) da un pre-consiglio per l’analisi preliminare di tutte le questioni sul tappeto.

È stato inoltre confermato lo spostamento del Campionato Italiano di categoria inizialmente previsto per luglio 2020. Ma i dettagli saranno decisi (e tempestivamente comunicati) sulla base dell’evoluzione (e delle relative disposizioni governative) che avrà l’emergenza COVID-19 considerato che, fino a questo momento, non emergono date certe circa la possibilità di ripresa dell’attività sportiva in condizione di totale sicurezza.

Dalle autorità inoltre arrivano precise e stringenti indicazioni che riguardano il distanziamento sociale. Misure impossibili da attuare per il nostro sport.

È un lavoro più intenso del solito quello di questi giorni per il vertice della FIDS che intende venire incontro alle esigenze del movimento con l’obiettivo di salvaguardare un patrimonio di grande valore che appartiene allo sport italiano oltre alla salute di tutte le componenti federali.

Devo dire che la risposta dei consiglieri è stata impeccabile – ha dichiarato il presidente Michele Barbone – perché tutti si sono attrezzati in un baleno con la tecnologia e hanno comunicato la loro disponibilità immediata a proseguire nella loro attività anche da casa. Non ne sono sorpreso, giacché in questi tre anni ho avuto modo di verificare la dedizione e l’amore dei miei colleghi per la Danza sportiva. Lo spirito è quello di gestire questo momento con attenzione, ma anche con piena consapevolezza che tutto passerà e ci faremo trovare pronti per una nuova partenza di slancio”.

In questa direzione va anche l’ipotesi (che è allo studio) di un prolungamento gratuito del tesseramento federale con lo slittamento del rinnovo. È, invece, già in atto la revisione dei contratti di collaborazione in sintonia con gli impegni federali.

Il Consiglio federale inoltre ha preso atto del rinvio di numerose competizioni internazionali, tra cui il Campionato del mondo WDSF di Breaking e i World Games 2021 di Birmingham; confermato, invece, l'annullamento della prova del GrandSlam WDSF 2020 di Rimini e del Campionato del Mondo IDO di Street Dance calendarizzato originariamente a ottobre. 

Non è tutto giacché sono allo studio altre formule per andare incontro alle esigenze delle varie figure che compongono l’articolata famiglia della FIDS.

L’indirizzo del Presidente e del Consiglio federale è molto chiaro – ha dichiarato Roberto Musiani, segretario generale della Federazione - ed è quello di organizzarsi per tempo per una pronta ripresa. E questo significa creare anche le condizioni di agibilità e sicurezza per chi rappresenta la colonna vertebrale del movimento: atleti, maestri, società e giudici. Gli uffici sono al lavoro con le modalità e norme disposte in relazione all’emergenza e garantiscono come sempre il servizio”.

La FIDS e la danza sportiva ripartiranno, con più entusiamo, coraggio e determinazione.

Vi aspettiamo tutti. A presto!