Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
NUOVO NUMERO DI TELEFONO FEDERALE +39 06 3609331
images/media/k2/items/cache/medium/94ae6d3810d6b4d1b169793b928c343e_L.jpg
Ultim'ora

La FIDS ha il suo codice etico

Ispirato a concetti fondamentali e peculiari del mondo dello sport è nato il codice etico della FIDS: il documento è destinato da subito a diventare il punto di riferimento delle attività federali.
Il Codice si articola attraverso cinque assi strategici: il principio di Legalità; il principio di trasparenza e integrità; i doveri di onestà ed equità; i doveri di correttezza e lealtà; i principi informatori delle politiche del personale.
Il Codice chiarisce già nella premessa che principi e canoni sono destinati a chiunque, in qualsiasi modo e a qualsiasi titolo, sia coinvolto nelle attività federali. Si tratta, infatti, di un documento varato dal Consiglio Federale che vincola tutti a un corretto comportamento a ogni livello dell’organizzazione.
Il Codice puntualizza che nessun comportamento o azione adottati in nome e per conto della FIDS potrà risultare in contrasto con i principi previsti nel Codice.
Infine precisa che garanti del documento e della sua applicazione sono: il Consiglio federale e, più in generale, i dirigenti, chiamati insieme a pretenderne e a verificarne il rispetto.
Si tratta dell’ulteriore significativo passo che la FIDS ha compiuto in un processo condiviso e ormai avviato da tempo per la regolamentazione nel segno della trasparenza della propria attività e nel rispetto e in sintonia con i valori e l’etica dello sport.


Testo del Codice etico