Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
NUOVO NUMERO DI TELEFONO FEDERALE +39 06 3609331
images/medium/fondo_contest_italia.jpg
Gare

Al via il Contest d’Italia, si gareggia per il Club Azzurro

È tutto pronto per il Contest d’Italia. Dopo i Campionati Assoluti e la SuperCoppa Italia, la FIDS, in sinergia operativa con il Comitato Regionale Emilia Romagna, sta per aprire le porte agli oltre 700 atleti iscritti per le competizioni riservate alle discipline Street e Pop Dance.

Da venerdì 21 febbraio e fino a domenica 23 sul dancefloor del “PalaPederzini” di Calderara di Reno (Bologna) gareggeranno gli atleti di classe C e unificata delle discipline Latin Show, Hip Hop, Oriental Folk e Dance, Show Oriental Dance, Disco Dance, Street Show, Electric Boogie e Breaking.

Il Contest, così come è avvenuto per gli eventi precedenti, avrà come finalità quella di costruire il terzo gruppo di atleti di interesse nazionale che andranno a far parte del Club Azzurro. L’onore di rappresentare l’Italia della danza sportiva nei circuiti competitivi internazionali sarà riservato agli atleti della categorie 17/Oltre, ognuno per la proprio disciplina, che al termine delle competizioni saranno risultati i migliori.

Oltre alla formazione del Club Azzurro con la partecipazione al Contest d’Italia gli atleti avranno l’opportunità di ottenere una classificazione nazionale con la quale costituire il parametro sportivo per la designazione della rappresentativa nazionale alle competizioni internazionali IDO.

Per quanto riguarda le gare di Breaking, la neo disciplina Olimpica, il Contest è una competizione valevole come Campionato Interregionale settore Nord di Breaking. Le gare sono aperte a tutti gli atleti residenti o iscritti in ASD con sede legale nelle seguenti regioni: Piemonte e Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna.