Domenica, 06 Gennaio 2019 11:10

Coppa Italia 2018/2019, al via i circuiti nazionali

Un nuovo sistema per dare continuità e progressione all’attività sportiva federale. Ranking per caraibiche, latine, standard, jazz e freestyle, liscio, sala, tradizionale, folk romagnolo e fruste.

Come preannunciato nel Rasf e negli incontri federali dei mesi scorsi, la Fids nazionale e i Comitati regionali quest’anno introducono e garantiscono un nuovo sistema di competizioni, con circuiti in tutta Italia a partire dagli ASSOLUTI di gennaio/febbraio fino a RIMINI 2019, top degli appuntamenti agonistici, nel mese di luglio.
  
Le discipline previste sono quelle maggiormente presenti sul territorio e in grado di alimentare un sistema di ranking, con classifica finale utile a decretare i campioni di Coppa Italia, a definire i passaggi di classe e assegnare le stellette di qualificazione per accedere direttamente ai turni di gara superiori dei Campionati Italiani di categoria. Settori coinvolti Jazz e Freestyle, Caraibiche, Standard e Latino-americane, Liscio, Sala e Tradizionale, Danze Folk Romagnole e Fruste.
  
Mentre per altre specialità potranno essere organizzate singole gare di Coppa, la novità fondamentale dei nuovi circuiti è di poter finalmente dare continuità e progressione all’attività sportiva federale collegando i risultati e la partecipazione a Campionati regionali, Coppe regionali, prove di Coppa Italia e Campionati italiani della stessa stagione.
 
In generale, oltre agli Assoluti (validi per la Coppa Italia solo per le classi A e AS), ai campionati regionali (la cui partecipazione è il requisito che permette agli atleti di entrare in graduatoria) e ai campionati italiani di categoria, per le varie discipline la Coppa Italia può prevedere un diverso numero di gare (da una gara unica di Coppa Italia o più Coppe Regioni) tra cui scegliere i migliori risultati. Ad esempio le gare di Coppa Regione previste per la Combinata Caraibica sono cinque (Lazio, Piemonte, Umbria, Sicilia, Marche) e per ciascuna coppia varranno al massimo i migliori tre risultati. Per Jazz & Freestyle - Boogie, Rock, Disco, Street e Show - le Coppe Regioni saranno quattro (Lombardia, Toscana, Sardegna, Piemonte), con la possibilità di collezionare punti grazie ai migliori due risultati.

Le differenze tra le varie ranking sono dettate dal reale fabbisogno di competizioni nella disciplina e studiate in relazione anche al numero di iscritti per categoria e classe, alle opportunità di sviluppo e ai calendari delle gare internazionali (per Latine e Standard classi A, A2 e A1 nel circuito è inserita anche la prova di Grand Slam WDSF a Rimini). Inoltre, per evitare disparità tra gli atleti delle varie regioni, in conseguenza del diverso numero di tesserati, la partecipazione ai Campionati regionali attribuirà un bonus uguale per tutti, mentre tutte le altre gare non avranno limitazioni territoriali. In particolare le Coppe Regioni, ora effettivamente annoverate quali gare nazionali, quindi aperte agli atleti di tutta Italia.

Tutti i dettagli nelle circolari allegate:

Letto 9561 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Gennaio 2019 11:13