Giovedì, 18 Gennaio 2018 12:32

Professionalità e rispetto. Punti cardinali per i giudici di Pescara

Linea rigorosa della Federazione per gli assoluti di Danza Sportiva: “in pista” anche 7 giudici dall’estero.

Professionalità, rigore, rispetto, correttezza: i punti cardinali per le valutazioni delle prestazioni degli atleti impegnati da domani nei Campionati Assoluti di Danza Sportiva nel Palasport a Pescara, non lasciano spazio a tentennamenti. La linea federale è intransigente ed è per questo che i giudici italiani di altissimo livello saranno affiancati da “internazionali”. Un cambiamento epocale nella Danza sportiva che intende premiare il “valore” degli atleti con valutazioni competenti e imparziali.
Nell’ambito degli Assoluti di Pescara avrà anche un evento di straordinaria rilevanza come il primo Contest d'Italia 2018 di Break Dance. Un concorso particolarmente significativo in relazione al fatto che la Break Dance è la prima disciplina di danza sportiva inserita nei Giochi Olimpici Giovanili che quest’anno avranno luogo a Buenos Aires dal 6 al 18 ottobre. Occhi puntati quindi sui nostri atleti che saranno valutati da un collegio arbitrale di alto profilo: Kacyo, Omed e Matthew.

Non è da meno il quintetto di giudici chiamati a valutare le performance degli atleti in gara nel Campionato Italiano Assoluto Hip Hop dove la competizione promette di regalare prestazioni di eccellenze. Un compito importante quindi spetterà al collegio arbitrale composto da Kris, Denis Di Pasqua, Salvatore Capasso, Omed e Matthew.
C’è poi il “ricco” programma del Campionato Italiano Assoluto delle discipline IDO (Show Dance, Oriental Dance, Street Dance, Disco Dance, Danze Argentine, Danze Caraibiche) dove sette giudici internazionali affiancheranno gli italiani nelle diverse discipline. Si tratta di nomi di grande prestigio ed esperienza: Fiona Johnson (Slovenia), Kirsten Dan Jensen (Danimarca), Velibor Sridc Bosnia (Herzegovina), Paulu Jiri (Repubblica Ceca), Jannie Breiner Jensen (Danimarca), Yulia Plakothina (Russia) e Juan Carlos Diaz Villar (Spagna).

Letto 3692 volte